Ragazzi competenti 2

Cod Progetto Pon  FSE 110.2.2A-FSEPON-CA-2019-433 "Ragazzi Competenti 2"

 

 

Il territorio di Ercolano, e con esso le scuole del territorio, è caratterizzato da un lato da forti problemi legati alle attività criminali e da fenomeni di marginalità sociale, dall’altro è un territorio ricco sia per la presenza degli scavi archeologici, che del Parco Nazionale del Vesuvio, che per la vicinanza al mare. Con il presente intervento si vuole coinvolgere tutti quegli alunni che si ritrovano in zone della città, come  lo stesso plesso scolastico proponente, ad alto tasso di criminalità e che non solo sono a rischio dispersione ed abbandono ma che molto spesso non conoscono appieno le potenzialità e le bellezze del proprio territorio. Proprio il quartiere Pugliano, dove si trova la scuola, possiamo rilevare il “cuore” di questo problema: risorse ed opportunità hanno ceduto il passo a marginalità e delinquenza. L’intervento oltre ad offrire strumenti diretti di conoscenza vuole anche coinvolgere i giovani come soggetti attivi di un riscatto e riappropriazione del territorio dei quali essi stessi possono essere protagonisti.

 

Movimento e letto-scrittura 30 h

Il movimento e le sue relazioni con i processi cognitivi sono attualmente alla base di un modello dalla grande valenza euristica che conduce a una rivalutazione dell’azione, non come semplice espressione motoria dell’elaborazione sensoriale, ma come “agency” finalizzata al conseguimento di scopi specifici (Russell,'96)

I bambini prendono coscienza del proprio corpo, utilizzandolo fin dalla nascita come strumento di conoscenza di sé nel mondo.Muoversi è il primo fattore di apprendimento: cercare, scoprire, giocare, saltare, correre a scuola è fonte di benessere e di equilibrio psico-fisico.L’azione del corpo fa vivere emozioni e sensazioni piacevoli, di rilassamento e di tensione, ma anche la soddisfazione del controllo dei gesti, nel coordinamento con gli altri; consente di sperimentare potenzialità e limiti della propria fisicità, sviluppando nel contempo la consapevolezza dei rischi di movimenti incontrollati

Il corpo ha potenzialità espressive e comunicative che si realizzano in un linguaggio caratterizzato da una propria struttura e da regole che il bambino impara a conoscere attraverso specifici percorsi di apprendimento: le esperienze motorie consentono di interagire i diversi linguaggi, alternare la parola e i gesti, produrre e fruire musica, accompagnare narrazioni, favorire la costruzione dell’immagine di sé e dell’elaborazione del proprio schema corporeo. La tipologia di laboratorio parte dallaconsapevolezza che dalla nascita e per tutto il corso della vita, il corpo nella sua continua interazione con la mente, media il nostro rapporto con gli altri e con il mondo. L’educazione corporea influenza fortemente la crescita cognitiva ed emotiva del bambino e il linguaggio corporeo è fondamentale per lo sviluppo di altri linguaggi verbali e non

 

Le finalità del laboratorio, rivolto agli alunni delle classi di I e II, sono:

• Prendere coscienza del proprio corpo in relazione a se stessi, agli altri e allo spazio circostante

• Sviluppare le capacità coordinative generali

• Sviluppare le capacità di esprimere emozioni attraverso il linguaggio gestuale e motorio

• Realizzare i movimenti in relazione allo spazio e al tempo

• Sviluppare la coordinazione fine

• Favorire lo sviluppo dell’autostima attraverso la consapevolezza delle proprie capacità

 

Attività volte a:

- sviluppare le abilità motorie di base

- sviluppare le abilità di coordinamento oculo-manuale e/o oculo-podalica

- sviluppare le capacità condizionali (destrezza,velocità,forza)


Paroliamo. Laboratorio di potenziamento della letto scrittura  30 h

Si intende, con tale laboratorio, potenziare il gesto grafico che prepara alla scrittura del corsivo, per prevenire eventuali difficoltà grafo-motorie, posture e prese disfunzionali e per facilitare l’apprendimento del corsivo in prima.

 

Le attività per il potenziamento della scrittura prevederanno un allenamento all'uso ottimale della mano scrivente che si svolgerà attraverso:

- esercizi per tonificazione e coordinazione di braccio, mano, polso, dita;

- impostazione di postura ed impugnatura;

- esercizi di rilassamento del corpo;

- esercizi di rilassamento grafo-motorio (tracciati scivolati, arabeschi, macchie, quadrillage, grandi progressioni);

- esercizi di pre-scrittura con strumenti differenti (acquarelli, pastelli a cera, matite colorate); inoltre, tutte le forme pre-scritturali possono essere associate a esercizi sul ritmo e sulla pressione. (Metodo R. Olivaux).

- esercizi sulle lettere e sulle parole (MetodoThoulon-Page e  Metodo Venturelli).

 

Le attività di potenziamento della lettura vedranno l'uso di diverse metodologie, scelte sulla base del livello presentato dagli alunni, lavorando sulla consapevolezza fonologica, sulla fluenza e la correttezza, sulla processazione, sulla memoria di lavoro, sulla comprensione del testo.

 

Tutte le attività proposte in questo laboratorio si intrecciano con quelle previste nei laboratori motori, in quanto la motricità fine, la coordinazione oculo-manuale, la consapevolezza corporea e le abilità visuo-spaziali sono strettamente connesse all'apprendimento.

Italiano amico! Laboratorio di potenziamento 30 h

Con questo laboratorio si intende realizzare un percorso didattico mirato al potenziamento delle abilità/competenze per gruppi di alunni che consenta di tener conto delle risorse cognitive di ciascuno, in vista di un loro reale e positivo

sviluppo. Il progetto è rivolto anche ad altri gruppi di alunni che presentano difficoltà di apprendimento nella lingua italiana sia parlata che scritta.

Attraverso il lavoro in gruppo si interverrà sulle potenzialità di ciascun alunno al fine di realizzare il successo formativo e consentire il recupero ed il consolidamento delle fondamentali abilità di base.

 

FINALITA’ GENERALI

1. Stimolare gli alunni ad una maggiore motivazione allo studio

2. Offrire l’opportunità agli alunni di recuperare alcune abilità di tipo disciplinare

3. Innalzare il tasso di successo scolastico

 

OBIETTIVI EDUCATIVI E COGNITIVI

1.Acquisire il senso del dovere

2. Abituare alla precisione, puntualità, all’applicazione sistematica

3. Migliorare le capacità di attenzione e di concentrazione

4.Riflettere sul proprio metodo di studio e migliorarlo

5.Approfondimento delle conoscenze e potenziamento delle abilità

 

METODOLOGIA

Lezione frontale;

lavori individuali e di gruppo;

attività di riflessione relativa alle abilità da recuperare;

attività ludiche

 

Il laboratorio vede coinvolti i bambini delle classi V e tenderà ai seguenti al miglioramento delle seguenti abillità/capacità:

• Ascoltare e comprendere messaggi orali (relativi ad esperienze personali e a semplici testi narrativi)

• Esprimere verbalmente le proprie esperienze o le realtà osservate, rispettando la sequenza logico-temporale

• Leggere e comprendere un testo (narrativo,descrittivo ed espositivo) ed individuare gli elementi espliciti

• Avviarsi ad una consultazione sempre più autonoma del vocabolario

• Produrre semplici testi narrativi o descrittivi con tecniche facilitanti

• Rielaborare un semplice testo

• Individuare i principali elementi grammaticali: articolo,nome,verbo,aggettivo qualificativo

• Individuare all’interno di una frase soggetto e predicato

 

Matematicando - Lab 1 30 h

 

Il laboratorio intende proporre un nuovo modo di acquisire le competenze di base della matematica, un approccio alternativo, “non concettuale” all’insegnamento della matematica.

 

I bambini frequentanti il laboratorio impareranno ad utilizzare il metodo Analogico Intuitivo, una scelta innovativa proposta da per chi crede nelle capacità intuitive dei bambini e in un modo diverso di fare scuola.

Il Metodo Analogico Intuitivo insegna una competenza aritmetica di base senza la tradizionale spiegazione di cosa siano i numeri e di quale sia il significato delle operazioni. Alla base di questa metodologia vi è la convinzione che tali nozioni appartengano all’innata predisposizione della mente umana per i numeri.

 

Il metodo è stato oggetto di sperimentazione universitaria ed è ora applicato, per la sua immediatezza ed efficacia, in moltissime scuole primarie non solo come supporto in situazioni di difficoltà di apprendimento o di bisogni educativi speciali, ma anche nella didattica per tutta la classe.

 

Il laboratorio, previsto per gli alunni della classi prime, è in stretta connessione con i laboratori proposti per l'apprendimento dell'italiano e con le attività della scuola materna rispetto alle attività di acquisizione dei prerequisiti fondamentali dell'apprendimento.

 

L’abilità di calcolo è uno dei fondamenti della matematica, e nell’ambito degli  apprendimenti scolastici riveste un ruolo preminente; purtroppo è anche quella molto frequentemente segnalata dagli insegnanti per la difficoltà di acquisizione.

 

Le metodologie didattiche verranno individuate sulla base degli stili di apprendimento dei bambini, tenendo conto delle competenze, caratteristiche cognitive, motivazione e disponibilità del bambino.

 

L'intento del laboratorio è quello di potenziare:

- le competenze lessicali (lettura e scrittura dei numeri);

- Competenze semantiche (rappresentazione rapporto numeri-quantità);

- automatizzazione dei fatti numerici;

- Competenze sintattiche;

- Calcolo mentale;

- conoscenze procedurali del Calcolo scritto.

 

Matematicando - Lab 2 30 h

Il laboratorio intende innanzitutto migliorare le competenze di base logico-matematiche.valorizzare l’esperienza; dare un senso alla trasmissione delle competenze, dei saperi e delle abilità; rispettare le inclinazioni personali; rendere consapevole e riconoscere l’importanza del patrimonio di conoscenze possedute da ciascuno.

 

Obiettivi:

− Consolidare e potenziare l’apprendimento della matematica attraverso percorsi alternativi ed accattivanti

− Stimolare la curiosità, il gusto per la ricerca e l’abitudine a riflettere

− Incentivare l’interesse, l’impegno, la partecipazione, il senso di responsabilità e l’organizzazione del lavoro.

− Potenziare la creatività e la capacità di risoluzione dei problemi

− Sviluppare l’apprendimento cooperativo

− Utilizzare strategie, ragionamenti, percorsi mentali in situazioni nuove

− Sviluppare capacità di analisi e di sintesi

 

Attività previste per la matematica.

- Composizione, scomposizione, ordinamento di numeri naturali e decimali.

- Consolidamento delle quattro operazioni e utilizzo delle loro proprietà per il calcolo rapido e per il completamento di sequenze numeriche.

- Riconoscimento dei vari tipi di linea e figure geometriche piane e solide.

- Lettura di grafici, tabelle e rappresentazioni sul piano cartesiano.

- Rappresentazione di trasformazioni isometriche: traslazione, rotazione, simmetria.

- Individuazione delle proprietà delle relazioni logiche; dei quantificatori logici “certo, possibile, impossibile”; del valore di verità di enunciati logici; dei concetti topologici.

- Individuazione ed utilizzo delle procedure necessarie alla risoluzione di situazioni problematiche semplici e complesse.

 

Metodologie-Didattiche

Metodo attivo, iconico, analogico, simbolico. Problem solving. Cooperative Learning.

Didattica laboratoriale. Simulazione/Role-playing.

 

Guardo, faccio e imparo 30 h

Il progetto si propone di far conoscere ed apprezzare agli alunni, mediante alcuni esperimenti di tipo laboratoriale, la realtà attraverso lo studio di fenomeni che riguardano: aria, acqua, suolo, organismi.

 

Obiettivi

risultati specifici e misurabili del progetto

• Esplorare e descrivere oggetti, materiali e trasformazioni;

- Descrivere semplici fenomeni della vita quotidiana legati ai liquidi, al cibo, alle forze e al movimento, al calore, ecc.

- Cominciare a riconoscere regolarità nei fenomeni e a costruire in modo elementare il concetto di energia.

- realizzare sperimentalmente semplici soluzioni in acqua (acqua e zucchero, acqua e inchiostro, ecc).

- Osservare e schematizzare alcuni passaggi di stato, costruendo semplici modelli interpretativi e provando ad esprimere in forma grafica le relazioni tra variabili individuate (temperatura in funzione del tempo, ecc.).

• Osservare e sperimentare sul campo

-Osservare i momenti significativi nella vita di piante e animali, realizzando in classe semine in terrari ecc.

-Individuare somiglianze e differenze nei percorsi di sviluppo di organismi animali e vegetali, lecaratteristiche dei terreni e delle acque

-Conoscere la struttura del suolo sperimentando con rocce, sassi e terricci; osservare le caratteristiche dell’acqua e il suo ruolo nell’ambiente.

-.Ricostruire e interpretare il movimento dei diversi oggetti celesti, rielaborandoli anche attraversogiochi col corpo.

• L’uomo i viventi e l’ambiente

-Descrivere e interpretare il funzionamento del corpo come sistema complesso situato in unambiente; costruire modelli plausibili sul funzionamento dei diversi apparati, elaborare primi modelliintuitivi di struttura cellulare.

-Riconoscere, attraverso l’esperienza di coltivazioni, allevamenti, ecc. che la vita di ogni organismoè in relazione con altre e differenti forme di vita.

 


Stem Girls and Boys 30 h

 

Partendo dalle attività scolastiche di Coding con “Programma il futuro” MIUR, il progetto vuole stimolare gli alunni  ad   imparare a risolvere problemi complessi applicando la logica computazionale con modalità ludiche (gamification) per ideare e costruire videogiochi e realizzare modelli in realtà aumentata attraverso schede elettroniche smart  e di facile utilizzo. L’utilizzo intelligente delle tecnologie e la “team working”  tenderà  a diminuire sia il “gap” di genere che ad arginare il fenomeno dilagante del cyber-bullismo contro le donne.

 

 Le bambine ed i bambini  saranno in grado, non solo di usare un computer ma di produrre piccoli programmi come videogiochi o brevi sequenze, sul modello di quanto avviene già in molte scuole straniere.

La tematica di riflessione di genere  costituirà l’elemento di connessione tra l’apprendimento delle STEM e la messa a punto di azioni volte a debellare il fenomeno analizzato, in tal modo sarà possibile coniugare l’apprendimento specifico con una forte azione educativa e di contrasto ai modelli negativi.

Il progetto che intendiamo attivare si articolerà su diverse fasi come la Robotica educativa con Scratch   e la costruzione di  un videogioco utilizzando il Coding e Minecraft .

Finalità precipua del progetto è rendere interessante e motivazionale lo studio delle STEM  mediante l’ausilio e l’utilizzo di strumenti innovativi estremamente sofisticati  per abituare gli alunni al metodo sperimentale ed avvicinare alle discipline scientifiche e tecnologiche in modo particolare le bambine ed i soggetti svantaggiati.

Gli studenti accrescono la loro consapevolezza del rapporto forma-funzione-oggetto, riscoprono la manualità e lavorano attraverso un processo creativo che permette loro di essere inventori, portando le loro idee alla vita e utilizzando tecnologie avanzate di prototipazione. Le attività impegnano gli allievi ad affrontare progetti reali, creando un contesto pratico e autentico per l'apprendimento.

 

I laboratori strutturati e la presenza di esperti con elevate competenze tecniche avvicineranno gli studenti al mondo della ricerca e saranno incentrati sui seguenti OBIETTIVI:

•             Coinvolgere attivamente gli studenti nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle conoscenze, promuovendo il pensiero creativo;

•             Facilitare la lettura di fatti o fenomeni nell’area scientifica e in quella tecnologica attraverso la costruzione di modelli

•             Promuovere un atteggiamento attivo  basato sull’osservazione e sulla scoperta

 

ENGLISH BY TRINITY-LEVEL PRE A 1 - Lab 2

Il corso si pone come finalità il consolidamento ed il rafforzamento delle abilità di listening (ricezione orale) e di speaking (interazione orale) che saranno certificate mediante l’acquisizione dei diversi GESE Grades – Trinity College

London.

L'esame Trinity è motivante, centrato sul candidato e fornisce un affidabile e valido schema di valutazione attraverso il quale il docente, il candidato e il genitore possono misurare lo sviluppo dell’acquisizione della competenza nella

produzione e comprensione della lingua orale.

Il corso di preparazione si prefigge di:

- Rafforzare le abilità audio-orali

- Rafforzare il livello di indipendenza nell’uso comunicativo della lingua

- Rafforzare le conoscenze grammaticali attraverso l’uso pratico

- Aumentare la motivazione

L’idea di essere esaminati da una persona madrelingua è infatti un compito “difficile”. Gli alunni accettano la sfida

con un conseguente aumento della loro motivazione allo studio.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine del corso Potenziare negli alunni la competenza comunicativa in modo che essi riescano ad affrontare uno scambio dialogico con un madrelingua in modo del tutto naturale.

I destinatari sono alunni di  terza e quarta.

 Didactic & Educational Methodology:

- esercitare l’abilità di produzione orale attraverso la discussione degli argomenti proposti dal docente esperto

- esercitare le abilità di ascolto con l’uso di attività strutturate

- esercitare la reazione all’elemento sorpresa attraverso i Role-Play

- rafforzare le conoscenze grammaticali anche attraverso esercizi scritti e l’assegnazione di compiti a casa

I risultati attesi mirano a:

- Migliorare/approfondire la conoscenza della lingua inglese

- Conseguire le certificazioni TRINITY PRE A 1

 

La lingua inglese sarà presentata in modo altamente motivante e in contesti di vita quotidiana. Si adotterà un approccio comunicativo, basato su un sillabo funzional-nozionale teso a sviluppare le abilità linguistiche di base mediante l'apprendimento e la contestualizzazione delle funzioni in uso nelle interazioni di vita quotidiana. Si farà pertanto riferimento ad un metodo situazionale che darà spazio alla scoperta e coinvolgerà i corsisti

attivamente, rendendoli protagonisti di un percorso formativo dinamico e interattivo. Si

utilizzeranno tecniche partecipative sempre motivanti e coinvolgenti: cooperative learning, role playing, pair and group work, guided conversation, simulation, circle time.

 

 

English Lab 1 – Mom, I speak English!

Mom, I speak English! propone un approccio giocoso, attivo e stimolante alla lingua inglese pensato per bambini agli inizi del loro percorso scolastico. In un ambiente accogliente e ben definito, i bambini impareranno e useranno l’inglese con attività ludiche esperienziali e manuali (per es. role plays, improvvisazioni teatrali, illustrazioni di fiabe, canzoncine), volte a sollecitare la fantasia dell’apprendente e a favorire la capacità di esprimersi spontaneamente nella nuova lingua. 

Il laboratorio, basato sul programma d’esame per il conseguimento della certificazione Trinity GESE (Graded Examinations in Spoken English) di livello A1, è tenuto da docenti di lingua inglese con esperienza specifica nell’insegnamento ai bambini.

Particolare attenzione è rivolta alle abilità di comprensione e produzione orale, con ricorso ad attività integrative e di supporto che sviluppano la comprensione e la produzione scritta.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con un prospetto delle competenze acquisite. 

Il  progetto  ha  come  obiettivo  quello  di  accrescere  le  competenze  di  base,  il  recupero  degli  alunni  del primo e secondo anno della scuola primaria, con carenze  formative e  favorire  il  successo scolastico e  formativo  attraverso  una  serie  di  azioni  mirate  agli obiettivi prefissati.

VISUALIZZA  ASSUNZIONE IN BILANCIO